musica antica

Il Centro di Musica Antica nasce a Bergamo nel 1990 per iniziativa di un gruppo di musicisti, non solo bergamaschi, interessati alla studio, alla ricerca ed alla esecuzione di musiche e repertori di non frequente ascolto, con un particolare interesse per il repertorio sei-settecentesco.
Pur non trascurando il grande repertorio italiano ed europeo, il lavoro del Centro si è indirizzato specialmente allo studio ed alla ricerca sulla storia e sulla tradizione musicale bergamaschi, ed in particolare ai musicisti che a diverso titolo hanno lavorato nella Cappella Musicale di Santa Maria Maggiore .

La Basilica di Santa Maria Maggiore in una stampa d'epoca

Il principale "centro gravitazionale" della vita musicale bergamasca è infatti stato, dalla fine del Quattrocento agli inizi del secolo appena concluso, la Cappella Musicale della Basilica cittadina, nella quale hanno operato come cantori, strumentisti o direttori numerosissimi musicisti (bergamaschi e non) di grande levatura.
La Cappella della Basilica, e le Scuole che al suo interno sono cresciute e si sono affermate, hanno in effetti costituito attraverso i secoli sia un "trampolino di lancio" per i più valenti musicisti bergamaschi (molti dei quali, hanno poi riscosso successi in altre città d'Italia e d'Europa), sia un forte e prestigioso richiamo per cantanti, strumentisti e compositori di varia estrazione, che a diverso titolo vi vennero chiamati e vi operarono. Non si dimentichi, tra l'altro, che Bergamo fu nel Rinascimento ed oltre una tre le più importanti città della Repubblica Veneta, città di confine e cerniera culturale con il Milanese.

In oltre un decennio di attività il Centro ha organizzato concerti, convegni, festival e rassegne prevalentemente dedicate alla musica "antica", ed ha promosso complessi vocali e strumentali specializzati nella esecuzione del repertorio rinascimentale e barocco con strumenti d'epoca.